Fuori Dal Comune

Concorso d’arte e musica promosso da RadioL(u)ogoComune

RadioL(u)ogoComune ha origine dalla passione per la musica, l’arte, la cultura, il libero pensiero. La voglia di esprimersi e comunicare assiema le volontà di creare un nuovo “spazio” per la creatività pugliese.

Il Festival Fuori Dal Comune nasce da questi presupposti, un concorso dedicato a nuovi artisti esclusivamente pugliesi.

Il concorso offre la possibilità agli artisti in gara di essere valutati da una giuria di noti esperti del settore tra cui Luca Masseroni (Tre Allegri Ragazzi Morti) ed Enrico Berto (Amari), di essere supportati da un gruppo di lavoro composto da Lino Sinibaldi (critico d’Arte),
Giuseppe Bellini (galleria BluOrg), Mariantonietta Bagliato (curatrice NoDo), Valentina Vetturi (artista) e di poter ottenere una maggiore visibilità tramite prestigiose collaborazioni come la Galleria BluOrg, gli Itaca Recording Studios, l’Olivia Records, il Beam Studio ed il Giovinazzo Rock Festival.

Alla sua prima edizione, Festival Fuori Dal Comune è suddiviso in due sezioni, Arte e Musica, che sinergicamente si incontreranno negli spazi del New Demodé a Bari.

Il Festival sarà diviso in due fasi:
la prima (fase di qualificazione), si svolgerà dal 18 febbraio al 29 aprile e sarà suddivisa in sei appuntamenti bisettimanali, tutti di mercoledì. Ogni evento vedrà esibirsi dal vivo tre band delle 18 selezionate e un’artista, fra i 6 partecipanti, che esporrà le sue opere in concorso. Durante questa fase gli artisti realizzeranno un’opera appositamente per il Festival, con il supporto del gruppo di lavoro;

la seconda (fase finale) si svolgerà sabato 16 maggio in un unico appuntamento.
In quest’occasione si esibiranno dal vivo le cinque band finaliste e verranno esposte le sei opere degli artisti realizzate durante la fase di qualificazione.

Mercoledì 18 Febbraio il primo appuntamento.

Per la sezione Arte esporrà le proprie opere:
Angela Lomele.

Per la sezione Musica si esibiranno dal vivo :
Muretti a secco
Le verità di Morgana
Mr. Wilson

c/o New Demodè
via Dei Cedri, 14 – Modugno (BA)
Inizio ore 21
Ingresso libero

Angela Lomele

Il cubo rappresenta il paradigma, diversamente declinato e scomposto, delle opere di Angela Lomele.
La studiata gemmazione di questi elementi e le necessità di creare un territorio trovano la possibilità di rappresentare l’artificio con cui l’artista contrae e dispiega il dualismo fuori-interno, esterno-soggetto, oggetto-scultura. I cubi sono sintesi e sistema di un universo descritto da monadi che ci rivelano solo parzialmente le proprie intimità poiché forti delle loro inattaccabili presenze. In questa contrazione delle realtà la funzione dello spazio intorno alle figure innesca un processo fortissimamente ieratico ma nello stesso tempo ludico. L’estetica di questa poetica è indagata con un ricercato e preciso rigore realizzativo, perimetro figurativo e deposito di una regola della versificazione che, in calibrate disconnessioni di postura, coinvolge i materiali tipici dell’agire quotidiano e sottolinea la propria dualistica natura incastrandosi nei gli spessori organici dell’aria e della terra che vengono ricondotti ad essere una presenza teatralmente silenziosa.

Sez. Musica:

Muretti a secco
La pietra ha rappresentato uno dei simboli più significativi ed affascinanti nella storia antropologica e sociale della Puglia.
La pietra e le braccia dell’uomo come leva per un radicale processo di cambiamento che ha consentito al contadino, con la costruzione di trulli, casedde e di muretti a secco, di insediarsi stabilmente su un territorio tradizionalmente arido e desertificato.
La Puglia di mezzo secolo fa era una regione caratterizzata fondamentalmente da una economia agricola, che si riflette anche sull’insieme della vita produttiva delle città . Nelle storie di vita e di lavoro, e nei canti popolari dei numerosi testimoni si possono individuare anche le diversità paesaggistiche di una Puglia che include montagne, colline e pianure ( Appenino Dauno e Tavoliere in Capitanata, Alta Murgia e Murgia dei Trulli in Terra di Bari e le vaste distese pianeggianti nel Salento). Francesco Sossio si è avvalso, soprattutto per i canti popolari, anche di un ampia letteratura tra cui le ricerche di Ernesto de Martino nel dopoguerra, ma anche di Gianni Bosio negli anni Sessanta, sino a quelle di Giovanni Rinaldi, tra gli anni Settanta ed Ottanta.
Suoni, canti, grida, immagini, storie irrompono ora sulla scena restituendo alle comunità una memoria spesso negata, consentendo un recupero di una identità sociale e culturale profonda, e favorendo, in particolare, il confronto, la comprensione, il dialogo tra vecchie e nuove generazioni.
Francesco Sossio: sax e ciaramelle
Loredana Savino: voce
Luigi Fatigati: chitarra
Giorgio Albanese: fisarmonica
Leonardo Zagariello: basso
Michele Marulli: tamburi a cornice e tammorre
Giuseppe Longo: percussioni
Mirella Rinaldi: videoproiezioni

Le verità di Morgana

l progetto “Le verità di Morgana” nasce a Bari nel 2005 per poi riformarsi nel 2007 grazie alla collaborazione di Umberto Signore ,Dario Mangialardi , Giuseppe Capasso , Domenico Pistillo e Nicola Finestrone i quali vogliono creare un “rock” che colpisca l’ascoltatore; lasciandolo alla libera interpretazione delle proprie emozioni e alla scoperta delle sue più profonde verità.
Anche il nome scelto(Le Verità di Morgana), nasconde in sé un gioco di parole, infatti “miraggio”e”illusione” sinonimo di “Morgana”, sono esattamente l’opposto di “verità”.
Dopo la pubblicazione del primo EP “Uomini di carta”, la Band sta lavorando al primo album ufficiale “Hypnocill la lotta nei sogni” attualmente in fase di incisione.
Umberto Signore: voce
Dario Mangialardi: chitarre e cori
Domenico Pistillo: basso
Nicola Finestrone: batteria

Mr. Wilson

Il progetto Mister Wilson nasce nel 2001 da un’idea di Ron Iacovelli. In sette anni diversi musicisti si sono alternati, numerose esibizioni dal vivo hanno reso concreto il lavoro dei componenti della band su brani inediti mantenendo un minimo comune denominatore: il rock italiano.
Nell’autunno del 2007 gli intenti musicali della band iniziano a cambiare, soprattutto a causa degli studi intrapresi dai musicisti che fanno parte attualmente del progetto.
Infatti Ron Iacovelli, fondatore e cantante, ed Alessandro Campobasso (batterista) si iscrivono al Corso di Laurea di Primo Livello al Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Entrambi hanno già delle solide basi dei rispettivi strumenti, costruite in sei anni di studio al “Pentagramma” di Bari.
Le tastiere sono affidate all’esperienza di Fabio Prota, che studia pianoforte dall’età di sette anni e ha una formazione prevalentemente classica, dovuta all’impegno costante sia nelle lezioni private sia nel Corso di Pianoforte Principale presso il Conservatorio “N. Piccinni”; Fabio, inoltre, ha preso parte a progetti musicali dei generi più diversi (Suoni Mudù, Assenzio…) ed attualmente è allievo di Davide Santorsola presso il “Pentagramma”.
La sezione ritmica è completata dal nuovo innesto Davide Vacca, che inizia a suonare il basso elettrico nel 2000 prendendo parte in questi anni ad esibizioni dal vivo e registrazioni nei generi musicali più svariati.
L’attuale line-up dei Mister Wilson si propone di creare brani inediti fondendo i variegati background musicali di ogni componente.
Nella prima esibizione dal vivo con la nuova formazione (luglio 2008) si classificano secondi al Sileno South Contest e nella successiva apparizione live (settembre 2008) vincono il premio della critica al Rocktober Festival riscuotendo in entrambi i casi un notevole successo.
Ron Iacovelli: voce
Fabio Prota: tast

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...