VISIONI CONTEMPORANEE DEL PAESAGGIO URBANO

Alla galleria “Opera Arte e Arti” di Matera è in corso – ma fino al 15 pv – la mostra “Visioni Contemporanee del paesaggio urbano“. L’iniziativa rappresenta il momento inaugurale del progetto nazionale di Italia Nostra che dedica la campagna nazionale ‘Paesaggi sensibili’ 2009 al paesaggio urbano, considerato nella complessità della sua stratificazione, dai nuclei storici originari all’insediamento delle periferie sempre più dilatate nel territorio, che stentano però a diventare autonoma città moderna. Dopo il fortunato connubio con il maestro Tullio Pericoli nella campagna nazionale 2008, l’arte resta protagonista dei ‘Paesaggi sensibili’ offrendo il prezioso contributo di un novero di artisti contemporanei. “La mostra – dichiara Massimo Guastella – offre l’occasione per osservare la produzione artistica contemporanea in Italia, il suo rapporto con la città e le modalità di percezione/visione del nostro patrimonio urbano. Le pratiche ‘tradizionali’ della pittura e della scultura – aggiunge Guastella – suggeriscono una dimensione narrativa, iconica che finalmente dopo anni di isolamento s’impone, anche in virtù del gradimento del mercato, mediante rinnovati linguaggi figurativi in grado di interpretare la contemporaneità e affermare nuovi valori espressivi”. Tra i lavori sono presenti opere di artisti di rilievo nazionale secondo un percorso trasversale che annovera autori appartenenti a generazioni differenti: da quelle nate nella prima metà del Novecento, tra gli anni Trenta e Quaranta, con Tullio Pericoli, Tonino Caputo, Giorgio Maria Griffa, Uccio Biondi, Diego Saiani, Gioxe De Micheli; a quella immediatamente successiva degli anni Cinquanta-Sessanta con Giovanni La Cognata, Enrico Cazzaniga, Giovanni Frangi, Andrea Giovannini, Luca Matti, Giuseppe Modica, Rita Pedullà, Marco Sciame; e sino alle giovani e promettenti leve dell’arte italiana nate tra gli anni Settanta e Ottanta, con Massimiliano Alioto, Alessandro Busci, Mimmo Centonze, Paolo Cervino, Domenico Dell’Osso, Antonio Fiorini, Matteo Mezzetta, Nicola Nannini, Marco Tamburro, Cristiano Tassinari. Al gruppo si affianca un novero di artisti di origine straniera costantemente attivi sulla scena italiana, quali l’inglese Julia Binfield, lo statunitense Jonathan Janson, i serbi Ana Kapor e Vladimir Pajevic, l’albanese Alfred Milot Mirashi e lo spagnolo Carlos Puente. E un taglio generazionale è proposto anche nel campo, sia pur ristretto, della scultura con Pietro Guida, veterano del gruppo: classe 1921, Paolo Delle Monache (1969) e Francesco Mazzotta (1975), che documentano la continuità espressiva della figura plastica. Dopo Matera la seconda città italiana ad accogliere l’evento espositivo itinerante sarà Palermo.

Opera arte e Arti via Ridola, 4 Matera
3 ottobre / 15 novembre 2009
ingresso libero, orari 10-13 /17.30-20.30,
tutti i giorni, festivi e lunedÏ esclusi
info: 0835.256473 / info@operait.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...