Antony Gormley e gli Human

antony-gormley-human-firenze_3Curata da Sergio Risaliti e Arabella Natalini, la mostra ‘Human‘ assiema centoventi opere in ferro e ghisa di Antony Gormley nelle sale interne della palazzina, sui bastioni, sulle scalinate e le terrazze di Forte di Belvedere, cinquecentesca struttura dalle straordinarie viste sulla città di Firenze e colline circostanti.

Non sono ciclopiche ma in scala 1 a 1, e forse è questo il motivo per cui ‘non dominano’ la suggestiva costruzione voluta da Ferdinando de’ Medici ma la ‘vivono’. Le centoventi opere in ferro e ghisa di Antony Gormley disseminate per il Forte, sembrano umani nell’attesa di domande e risposte…quando ci passi accanto sembra che trasmettano la stessa ‘incompiutezza’ dell’essere umano, un po’ per la inesistenza di dettagli, un po’ per l’estrema essenzialità di linee con cui sono ricostruite le figure.

La ‘perfezione reale‘ non esiste, dice Gormley, quella che noi pensiamo possa essere la perfetta immagine dell’uomo alberga solo nella nostra mente, è un fatto di ‘percezione’.

“(..)Il confronto tra la vita e le mie opere è un confronto tra il tempo siderale e il tempo biologico. L’uomo che cammina per strada si ferma alla vista di un fossile industriale che silenziosamente parla della storia umana e dei futuri umani possibili. All’uomo della strada disinformato che chiede: “Che cosa ci fanno queste cose qui?“, le mie opere rispondono prontamente: “E tu, cosa ci fai qui?“. A colui che chiede:”Cos’è questo?“, le mie opere controbattono: “E tu, che cosa sei?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...