Da Arte in Mostra, gli ultimi post

Le Figure Proverbiali di Carlo De Rosa

Nel suggestivo Centro Storico di San Nicola Arcella (CS),  nell’ambito del progetto “Sinapsi Urbane”, teso a coniugare le memorie del luogo con la cultura e l’arte, Carlo De Rosa espone l installazione “FIGURE PROVERBIALI”, realizzata con quattro manichini di sembianze anonime e creativamente colorati, sui quali sono scritti antichi proverbi calabresi.
Con “Figure Proverbiali” l’artista tende a raffigurare una sorta di autorità metafisiche, nello stesso tempo sentinelle e custodi, a tutela della memoria e della tradizione del luogo.
Carlo De Rosa – Figure Proverbiali
CENTRO STORICO
San Nicola Arcella (CS) – dal 4 agosto al 3 settembre 2015
(87020)

giovedì 30 luglio 2015

Le Fil Rouge di Viviana Cazzato al Convento dei Francescani Neri a Specchia (LE)

Le Fil Rouge“, mostra d’arte contemporanea a cura di Viviana Cazzatodal 1 al 22 agosto 2015 presso il Convento dei Francescani Neri a Specchia (LE), con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e del Comune di Specchia. 
“Le Fil Rouge” è una mostra che crea un legame, che esprime in una tonalità di colore, un pensiero, uno stato d’animo, un filo conduttore per ogni artista – con un particolare o su un’intera tela ogni artista interpreterà il suo Fil Rouge – un percorso che il visitatore vivrà con l’autore, tingendo di rosso le emozioni che lo accompagneranno.
L’evento vede coinvolti 60 artisti : Ajnos, Carmìne Antonucci, Artmerlino, Erika Azzarello, Angelo Barile, Sandy Bellantoni, Alessio Bolognesi, Mary Bordin, Valeria Bovo, Brizzo, Haider Bucar, Maurizio Caiazzo, Alessandra Carloni, Cosimo Carola, Antonella Casazza, Viviana Cazzato, Elena Cermaria, Federica Cirillo, Katia Colonna, Cristiano De Matteis, Luciano Del Castillo, Antonio Delluzio, Monica Dessì, Maria Di Cosmo, Gerlanda Di Francia, Tonia Erbino, Rita Esposito, Paolo Facchinetti, Nicla Ferrari, Titti Gaeta, Daniele Galdiero, Gian Piero Gasparini, Giovanna Lacedra, Adele Lo Feudo, Marina Mancuso, Maria Rosaria Marchi, Marinaia, Jara Marzulli, Viviana Mauriello, Antonio Menichella, Francesco Mestria, Darinka Mignatta, Mariangela Neve, Daria Palotti, Valeria Perversi, Luca Piccini, Oscar Piovosi, Sam Punzina, Shanti Ranchetti, Elisa Rescaldani, Dorian Rex, Silvano Santi, Sarhtori (Sartori Gianluigi), Giuditta Solito, Antonella Soria, Francesca Testa, Nina Todorovic, Marcello Toma, Claudia Venuto, Willow
Scrive Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia: “La realizzazione di un sogno che dà ancora più lustro culturale a una bellissima terra come quella del Salento. Le fil rouge è un evento che coinvolge moltissimi artisti di fama e Viviana Cazzato ha fatto sì che si svolgesse proprio nel posto in cui è sempre vissuta e cresciuta: nel basso Salento, a Specchia, nel Convento dei Frati Neri. Non potevo esimermi dallo spendere alcune parole, per chi, come lei, ha faticato per realizzare un progetto, materializzandolo in questa regione piena di barocco e di cultura. Il filo rosso che unisce questi artisti è un’occasione per dimostrare che qui, nella nostra terra, si può fare e si può realizzare qualsiasi sogno, con fatica e determinazione; si possono unire artisti settentrionali e meridionali, italiani e stranieri, senza frontiere, come solo l’arte è in grado di fare“.
Inaugurazione: sabato 1 agosto, ore 20.00-23.00.
Ingresso libero.
Per informazioni: Viviana Cazzato (tel. 347 8243866, lefilrouge.art@gmail.com).

mercoledì 29 luglio 2015

Inaugura quest’oggi alle ore 19.30 Wunderkammer, mostra personale di Alice Padovani a cura di Chiara Iemmi, con un aperitivo alla presenza dell’artista. Per l’occasione l’artista realizzerà una live performance installativa accompagnata dall’hang drum di Francesco Garuti a partire dalle ore 21.00. La mostra, allestita presso la Dark Room Silmar Art Gallery di Carpi, sarà visitabile fino al 23 Settembre dal Lunedì al Sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 (Giovedì pomeriggio e Domenica su appuntamento) e gode del patrocinio del Comune di Carpi.
Alice Padovani, artista modenese trentaseienne, dopo una laurea di Arti visive e in Filosofia conseguita presso l’Università di Bologna, ha lavorato come attrice e regista presso la Compagnia Laminarie di Bologna e per l’associazione di ricerca teatrale Amigdala, che ha fondato. Dal 2009 lavora come grafica per il Comune di Modena.
Preferendo l’utilizzo del disegno, dell’installazione e della performance, come artista visiva ha esposto in diverse personali e collettive a carattere nazionale e internazionale.
Di ritorno dalla mostra a Palazzo Ducale Alice Padovani realizzerà alla DarkRoom una mostra antologica, compendio delle ricerche artistiche svolte fino ad oggi.
Wunderkammer ci accompagna in un viaggio all’interno della sua camera delle meraviglie: una raccolta di oggetti straordinari, il suo “paradiso non del tutto perduto che posso rivivere attraverso le forme della natura…”
Figlia di un entomologo, l’artista cresce sin da piccola circondata da reperti naturali,come particolari conchiglie o insetti esotici,conservati negli anfratti di casa come se si trattasse di un museo di scienze naturali. Dai meandri di casa queste figure perdurano nelle pieghe della sua memoria, come cari estinti la cui effige si conserva per anni e dei quali, solo dopo una lunga sedimentazione, si riesce a rielaborare la perdita.
La mostra racconta della diversità dell’essere “altro” in un senso non solo visibile, esteriore. È un flusso di immagini che scorrono nella piacevolezza di tracciare l’immagine del caro estinto. L’uomo, riconoscendovi una familiarità, è ora l’animale che ricorda l’altro,il compagno, come in Mnemosyne, un diario visivo dove la ricerca mnemonica si attacca al singolo particolare, o come nel Geronticus Eremita o nel Mascarinus Mascarinus, primi piani, riconducibili ai ritratti familiari appesi nelle pareti domestiche.
Nature morte, volti dimenticati, trittici come altari eretti alla memoria. Wunderkammer si tinge di sfumature più simili alla ricostruzione di un ricordo, come di un immagine vaga e impressa nella mente, rappresentata sempre dal tratto distinto e delicato dell’artista. Segno nero su sfondo bianco. Sono immagini chiare, perfettamente visibili, impossibile confondersi.
L’altro non è più un estraneo, seppur diverso.
Non ci sentiamo più nudi di fronte ad esso.
Il segno grafico di Alice Padovani emerge leggero dal fondo bianco delle sue opere, a tratti più netto e altre volte evanescente, ma sempre elegante: piccoli dettagli, profili, sagome di animali vengono evocati dal bianco silenzioso e infinito. Gli spiriti di esseri che ormai non sono più occhieggiano dalle tavole e dalle teche, esseri familiari che sin dall’infanzia Alice porta dentro di sé.
Alice Padovani – Wunderkammer
DARK ROOM SILMARARTGALLERY
Carpi (MO) – dal 29 luglio al 13 settembre 2015
Viale Giosuè Carducci 34/o (41012)
+39 059686995
info@darkroomsilmar.it

Alice Padovani – Wunderkammer

domenica 26 luglio 2015

Lo Sguardo Di… UniCredit Art Collection


Da venerdì 31 luglio a domenica 30 agosto la mostra “Lo Sguardo Di…” presenta, per la prima volta a Milano, 73 opere della UniCredit Art Collection, una delle principali raccolte d’arte in Europa a livello corporate. “Lo Sguardo Di…” conduce i visitatori in un viaggio ideale attraverso i secoli e le diverse forme d’arte: dalla pittura dei maestri antichi come Tintoretto (attr.), Giovanni Baglione e Giuseppe Ruoppolo, agli scatti di Luigi Ghirri, Franco Fontana, Mimmo Jodice e Candida Höfer; dai grandi del ‘900 tra cui Giorgio de Chirico, Carlo Carrà, Renato Guttuso, Felice Casorati, Antonio Donghi, Emil Nolde e Andy Warhol, alle nuove generazioni come Sissi, Claudia Losi e Nico Vascellari.
La particolarità del percorso espositivo proposto sta nel processo di scelta delle opere che ha coinvolto per la prima volta in maniera diretta un centinaio di dipendenti della Banca appassionati d’arte, inclusi alcuni Top Manager, insieme alla Commissione Artistica di UniCredit (Walter Guadagnini, Luca Massimo Barbero e Angelika Nollert). “Lo Sguardo Di…” racconta infatti le loro scelte e il loro gusto in materia d’arte: su una selezione di 300 opere della collezione, dal ‘500 all’arte contemporanea, ogni “art lover” ha indicato l’opera preferita ed espresso le motivazioni della sua scelta con un testo legato alla sua esperienza personale.
L’esposizione rappresenta quindi un momento unico per vedere lavori dell’UniCredit Art Collection con lo sguardo di chi vive l’esperienza dell’arte anche all’interno della propria azienda. Le opere saranno allestite all’interno dall’Auditorium del piano terra e sulla “Passerella dell’Arte” che dal primo piano si affaccia sull’Auditorium con un gioco di rimandi.
Aperto tutti i giorni da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00 per tutto il mese di agosto. Aperto a Ferragosto
(da http://www.unicreditpavilion.it/)

RIS-VOLTI  D’AMORE
MUSICA – POESIA – ARTE – GIOCO – SAPORI
Venerdì 31 luglio ore 19,30
ADSUM arte contemporanea
Via Marconi 5 (Palazzo della Meridiana)Terlizzi

Con

Cesare Pavese
Wislawa Szymborska
(voce e chitarra) Rosangela Mercuri
Pablo Neruda
Hermann Hesse
Oscar Wild

Nazim Hikmet
Stefano Benni
Fernando Pessoa
Roberto Sallustio (voce e chitarra)
Pedro Salinas
William Shakespeare
Ramon Sampedro

Jacques Prevert
Vito de Leo
Alda Merini
Nico Cipriani (basso)
Giovanni Morgese
Paolo di Tarso
Maria Bonaduce

Per info: http://www.retearte.it    adsum.arte@libero.it Tel. 3476502478 –
Ingresso E. 5,00

Ris-Volti d’amore tra musica, poesia, arte, gioco e sapori

giovedì 23 luglio 2015

Arti a confronto all’Atelier Controsegno di Pozzuoli

Atelier Controsegno lascia aperte le sue porte per tutta la stagione estiva: coloro che desiderino visitare la galleria o seguire dei corsi, potranno così usufruire degli incontri artistici che si terranno durante luglio e agosto. 
 
Ormai le grandi città d’arte sono a tutti gli effetti operative d’estate: Firenze, Rimini, Urbino, Venezia… solo per citarne alcune… E allora perché non pensare anche a Pozzuoli, terra d’arte e cultura, dove sole, cibo, bellezze paesaggistiche e archeologiche si uniscono alla sua posizione strategica al confine con il centro storico di Napoli e le isole del golfo? Un’opportunità unica per partecipare alle varie attività svolte in atelier e godere di una “vacanza-studio” che coniughi il tempo libero con le passioni che magari non si ha il tempo di coltivare durante l’inverno. Pertanto, il pomeriggio l’atelier sarà aperto per attività laboratoriali e seminari intensivi, mentre la sera, per chi ne avesse desiderio, sarà possibile trattenersi in sede tra una passeggiata e l’altra sul lungomare.
Le nostre iniziative: Mostra Collettiva “Arti a confronto”; Seminari intensivi d’incisione.
ARTI A CONFRONTO
Sabato 25 luglio 2015, alle ore 19.00, si inaugura la collettiva di pittura, grafica, fotografia, scultura e artigianato, a cura di Rosalba Volpe, degli artisti dell’Atelier Controsegno, sito in Via Napoli 201, Pozzuoli, Napoli (nei pressi della stazione cumana Dazio). Alle ore 19.30 ci sarà la proiezione del cortometraggio Tracce nascoste con le illustrazione di Rinedda e la regia di Filomena Rusciano, artista premiata con una menzione speciale per la sezione sperimentale – videodanza al Festival A Corto di Donne 2015 di Pozzuoli (Napoli). Alle ore 20.00, la storica Associazione Culturale LUX in FABULA di Pozzuoli (Napoli) che da oltre trenta anni è presente sul territorio flegreo, proietterà il video Una Terra Ballerina, editato da Elvira Carandente e con la coreografia di Rossella Caso, che descrive con alcune immagini drammatiche e inedite l’esodo del Rione Terra per i famosi fatti del Bradisismo del 2 marzo 1970.
ARTISTI PARTECIPANTI: ADINOLFI Aldo, BANI Rakesh, BARBATO Franco, BOSSONE Salvatore, CAROPPO Nicola, CHILIVANI Laura, CORREALE Claudio, COTRONEI Patrizia, CRESCITELLI Giuseppe, DI MATTEO Andrea, DONNARUMMA Alessandra, ERRICO Carlo, ESTEBAN Liliana, FUSCO Gennaro, GRAZZINI Ugo, HAUPALA Antonio, LE FILOMENE, LONGO Veronica, LUCREZI Paola, MANTELLINI Roberto, MERCANDETTI Fabiola, MOLETI Enrico, OPPIDO Salvatore, PEDICINI Aulo, PIAZZA Susi, POZZO Gustavo, RAPICANO Peppe, SABETTI Maria, STATTI Lucio, TAMPIERI Stefano, TOSHINORI Tanuma, VERIO Francesco.
La mostra resterà aperta tutti i giorni dal 25 luglio al 22 agosto, dal martedì al domenica: 19.00 – 22.00. Lunedì e festivi chiuso. INGRESSO LIBERO.
PROGRAMMA SEMINARI INTENSIVI D’INCISIONE
Il desiderio di sperimentare e andare oltre le strutture convenzionali è insito negli artisti da sempre. Negli ultimi anni, gli incisori hanno profuso le loro energie nell’utilizzo di materiali derivati dall’odierna tecnologia che consentano di ottenere risultati parimenti pregevoli, riciclando spesso oggetti di scarto o poco valore e impiegando componenti atossici, come cartoni, acrilici, inchiostri a base di acqua e tanto altro ancora… Scopo di questi seminari è proprio l’approfondimento di tecniche che oltre a tutelare l’ambiente, consentano ai professionisti di acquisire nuove competenze per valorizzare le loro opere.
-Dall’apparenza alla dissolvenza – a cura di Veronica Longo
Domenica 26 – lunedì 27 luglio, ore 16.00-20.00
Seminario intensivo d’incisione per tutti i livelli
Il seminario della durata di 8 ore, distribuite in 2 lezioni, mostrerà come poter trasformare una puntasecca su plexiglas in un’opera completamente diversa e pittorica, attraverso l’ausilio dell’acrilico. Infine, si giungerà alla “distruzione” dell’immagine originaria per mezzo di accorgimenti in fase di stampa.
Si richiede un bozzetto formato 13 x 18 cm.
-Puntasecca su plexiglas – a cura di Veronica Longo
Martedì 28 luglio e 4 agosto, ore 16.00-20.00
Seminario intensivo d’incisione esclusivamente per ragazzi dai 6 ai 13 anni
Il seminario della durata di 8 ore, distribuite in 2 lezioni, mostrerà come poter realizzare una puntasecca su plexiglas, partendo dal segno inciso per giungere alla stampa della lastra, con una piccola tiratura in diversi colori. Si richiede un bozzetto formato 13 x 18 cm.
-Stampare ad arte – a cura di Veronica Longo
Giovedì 6 – venerdì 7 agosto, ore 16.00-20.00
Seminario intensivo di stampa calcografica per addetti al settore
Il seminario della durata di 8 ore, distribuite in 2 lezioni, mostrerà come poter valorizzare al meglio le matrici realizzate dagli artisti. Si passerà dalla stampa a poupèe, a quella alta realizzata per mezzo di rulli, fondini, all’inserimento di veline e mascherine, collage e chine-collé. Sono richieste matrici realizzate ad acquaforte e acquatinta, stampabili su carta formato A4 (20 x 30 cm).
-Dal cartone grezzo alla stampa d’arte – a cura di Susi Piazza
Giovedì 20 – venerdì 21 agosto, dalle ore 16.00 alle ore 20.00
Seminario intensivo d’incisione per tutti i livelli
Il seminario della durata di 8 ore, distribuite in 2 lezioni, mostrerà come poter realizzare delle matrici utilizzando diversi tipi di cartone, paste fluide e acriliche, stucchi, carborundum, colle, carte vetrate e come variare i risultati di stampa a seconda dei materiali utilizzati. Si richiede un bozzetto formato 13 x 18 cm.
Eccezionalmente per quest’occasione, trattandosi di seminari intensivi, il costo è di 60 € a persona, materiali compresi. Per i soci di Controsegno il prezzo è fissato a 50 €.
Qualora foste interessati, vi chiediamo la cortesia di darci un accenno di conferma già da ora, in modo da poterci organizzare al meglio per lo svolgimento ottimale del corso che non partirà laddove non si raggiungesse la soglia minima di 5 partecipanti.
Per ulteriori informazioni su tutte le iniziative estive, vi invitiamo a seguirci sull’evento Facebook, pubblico per tutti, anche per i non iscritti: https://www.facebook.com/events/119948101671863/
Tel: +39 3332191113 – Email: controsegno@libero.it – FB: Atelier Controsegno

mercoledì 22 luglio 2015

Veronika Richterova – Plastic nature

Il percorso espositivo prevede numerose installazioni di Veronika Richterová. L’artista dà vita a un luogo di contraddizioni dove naturale e artificiale convivono e si mescolano tra loro. Plastic nature consiste in un ambiente surreale dove gli elementi vegetali sono realizzati in plastica riciclata.
L’immersione in questo spazio immaginario può essere interpretato sia come monito per il progressivo concretizzarsi di un mondo sintetico, sia come espediente unico e creativo al problema del riciclo dei rifiuti urbani.
Uno spunto di riflessione importante che riguarda un tema centrale dei nostri tempi. La creazione di opere uniche a partire da scarti come bottiglie o flaconi, si accosta in maniera del tutto originale al tema di Expo 2015, “Feed the planet”. Il recupero di scarti urbani è infatti un problema attuale fortemente sentito e l’artista lo risolve in maniera unica e creativa.
Veronika Richterová nasce a Praga nel 1964. Dopo aver compiuto studi artistici a Praga e a Parigi, inizia a lavorare a tempo pieno come artista. Dagli anni Novanta a oggi ha esposto in numerose mostre in giro per il mondo, ritagliandosi un ruolo di primo piano nell’ambiente dell’arte contemporanea. La sua produzione è estremamente variegata e comprende diverse tecniche come la pittura, la fotografia, la scultura e il mosaico.
L’Associazione ArtGallery Milano da oltre dieci anni ha a cuore la promozione di artisti emergenti, aiutandoli ad affermarsi nel difficile mercato dell’arte contemporanea.
Veronika Richterova – Plastic nature
INSTITUT FRANÇAIS
Milano – dal 22 al 24 luglio 2015
Corso Magenta 63 (20123)
Palazzo Delle Stelline
+39 024859191

lunedì 20 luglio 2015

Don’t Shoot the Painter. Dipinti dalla UBS Art Collection

Giovedì 23 luglio 2015 alle ore 19 si terrà alla Galleria d’Arte Moderna di Milano la presentazione in anteprima e book signing del catalogo Skira della mostra Don’tShoot the Painter. Dipinti dalla UBS Art Collection (in corso fino al 4 ottobre), alla presenza del curatore Francesco Bonami, che per l’occasione sarà disponibile a firmare anche altri suoi libri. 
Il catalogo presenta le installation views della mostra che caratterizzano lo speciale allestimento voluto dal curatore,nel quale il pubblico si trova immerso in un’insolita quadreria contemporanea di dipinti. Immaginando i dipinti come fossero sospesi nello spazio museale, le pareti espositive riproducono le  sale della GAM  allestite con le opere della collezione permanente del XIX secolo, in un dialogo inedito tra passato e presente.
Corredato da interviste a nove degli artisti presenti in mostra (John Armleder, Alice Channer, Francesco Clemente, Kevin Cosgrove, Gianluca Di Pasquale, OfirDor, Francesca Gabbiani, Katharina Grosse, BhartiKher), il volume contiene 134 immagini a colori degli oltre 100 fra i maggiori capolavori della UBS Art Collection dagli anni ‘60 ad oggi realizzati da 91 artisti internazionali, dallo sguardo fotografico di Thomas Struth all’arte neo espressionista di Jean-Michel Basquiat.
In occasione della presentazione la mostra resterà aperta fino alle 22.30 con visite guidate gratuite.
Curatore e critico internazionale, dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Firenze e una parentesi da artista, Francesco Bonami si trasferisce negli Stati Uniti e collabora conFlash Art. Nel 1995 diventa Direttore Artistico della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Dal 1999 al 2009 è Senior Curator del MCA di Chicago, mentre nel 2003 dirige la 50ª Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia. È Direttore Artistico del progetto Enel Contemporanea, lanciato nel 2007. Nel 2008 a Palazzo Grassi a Venezia cura Italics: Arte Italiana fra Tradizione e Rivoluzione, controversa esposizione sull’arte contemporanea italiana degli ultimi quarant’anni. Nel 2010 è il primo italiano a curare la WhitneyBiennial of American Art e, nello stesso anno, riceve l’onorificenza di Chevalierdans l’Ordre de la Légion d’Honneur della Repubblica Francese. Dal 1997 al 2012 è Direttore Artistico della Fondazione Pitti Immagine Discovery a Firenze.
Per la Qatar Museum Authority cura nel 2012 Yan Pei Ming: Painting the History e nell’autunno del 2013, a Doha, la grande retrospettiva di DamienHirst. Nel 2013 ha co-curato con Peter Brant, Andy Warhol a Palazzo Reale di Milano. Ha curato per la Gagosian Gallery di Londra La Fine di Dio: Maurizio Cattelan e Lucio Fontana.E’ consulting curator perPhillips Auctions, dove ha recentemente organizzato la mostra asta di arte italiana The Great Wonderful, ed èDirettore artistico di JnBy in Hangzhou dove nel 2018 inaugurerà un nuovo art building disegnato da Renzo Piano. È Direttore artistico del progetto UBS Next Art che ha visto realizzare nel 2014 la mostra YearafterYear. Opere su carta dalla UBS Art Collection alla GAM di Milano, cui segueDon’tShoot the Painter. Dipinti dalla UBS Art Collection in corsofino al 4 ottobre.Scrive regolarmente per riviste e quotidiani internazionali, oltre ad aver pubblicato numerosi libri fra i quali l’ultimo Il Bonami dell’Arte (Electa). Dirige la rivista ANEW. Vive fra New York e Milano.
Don’t Shoot the Painter. Dipinti dalla UBS Art Collection, 2 015 
Skira, Milano
Formato: 24 x 28 cm
Pagine: 272 pagine
Fotografie: 134 colori
Prezzo: Euro 45,00
Edizione: 2015
Lingua: italiano/inglese
Don’t Shoot The Painter Bookstore / Micamera
via Palestro 16 – 20124 Milano
info@micamera.com
tel 02 4548 1569
Appuntamenti al BookStore: luglio e settembre 2015
informazioni e programma su:
gam-milano.com
ubs.com/thepainter
Don’t Shoot the Painter. Dipintidalla UBS Art Collection
17 giugno – 4 ottobre 2015
GAM – Galleria d’Arte Moderna di Milano
via Palestro 16 – 20121 Milano
Orari mostra:
martedì – domenica 9:00 – 19.30
giovedì apertura straordinaria mostra fino alle 22.30
lunedì chiuso
Ultimo accesso 30 minuti prima della chiusura
Ingresso alla mostra gratuito
Ufficio Stampa Skira
Lucia Crespi
T. 02 89415532| 02 89401645 |Cell. 338 8090545
E-mail: lucia@luciacrespi.it
Ufficio stampa Don’tShoot the Painter
Alessandra de Antonellis
Cell. 339 3637388 | T. 02 89052365
E-mail: alessandra.deantonellis@ddlstudio.net
Comunicazione Polo Musei Arte Moderna e Contemporanea Comune di Milano
Clementina Rizzi
E-mail: clementina.rizzi@comune.milano.it

sabato 18 luglio 2015

Burri e i Cretti al Museo Riso di Palermo

Il Museo Riso di Palermo e la Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burripropongono una importante mostra monografica sul tema “Burri e i Cretti”,  in coincidenza con il completamento del Grande Cretto a Gibellina e nell’ambito delle Celebrazioni del Centenario della nascita del grande maestro umbro.
L’esposizione, curata dal professor Bruno Corà, Presidente della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, resterà allestita nelle sale del Museo Regionale palermitano dal 25 luglio al 15 settembre. In occasione di questo eccezionale appuntamento il Museo riaprirà il primo piano, che è stato oggetto di un attento progetto di riqualificazione realizzato con fondi europei.
Burri si applica ai Cretti a partire dai primi anni Settanta e sino al 1976. Sono superfici che ricordano le fessurazioni delle terre argillose, quando la siccità raggiunge il suo apice. Su superfici di cellotex, quadrate o rettangolari, distende un impiastro di bianco, di zinco e colle viniliche, aggiungendo terre colorate nel caso l’opera dovesse presentare sfumature o colori diversi. Il resto lo affida al processo di essiccamento.
Con l’aumentare delle dimensioni dei Cretti, gli impasti si arricchiscono anche di caolino, oltre che di bianco, di zinco e terre. A garantire la stabilità delle superfici Burri interviene, dopo l’essiccatura, con più mani di vinavil. Giunge a realizzare opere decisamente monumentali come i Cretti di 5 metri di altezza e 15 metri di base per i musei di Capodimonte e di Los Angeles.
L’apice lo raggiunge allorchè decide di creare un enorme sudario sul vecchio abitato di Gibellina, distrutto dal terremoto nel 1968. Il Grande Cretto di Gibellina, diviene una delle più grandi, ma anche simboliche opere, di Land Art mai realizzate.
I lavori per il Grande Cretto furono avviati nel 1985 e interrotti nel 1989. Si era giunti alla copertura di circa 65.000 mq. a fronte degli 85.000 mq. previsti. Il progetto di Burri nelle sue forme riporta la dimensione, le strade, i rilievi della città. Esattamente come un sudario riporta le forme del corpo che avvolge. Le fessure sagomate dal cemento dell’opera ripercorrono le strade e le piazze della vecchia Gibellina, congelandone per sempre non solo la forma ma anche la memoria.
In occasione del Centenario della nascita di Burri, la Regione Siciliana, il Comune di Gibellina in collaborazione con la Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri ha deciso di completare questa grande opera, senza eguali nel panorama artistico internazionale e di ridare dignità alla parte già realizzata dall’artista.
“La coincidenza del progetto di completamento del Cretto e l’avvio del progetto di restauro curato dal Museo Riso, che accoglie la mostra, afferma il Direttore del Riso Valeria Li Vigni, sono segnali di una nuova attenzione per il Contemporaneo in Sicilia. Sono testimonianza delle attività legate alla valorizzazione della Rete del Contemporaneo che è attivamente promossa dal nostro Museo e sono anche occasioni di approfondimento in un settore di grande interesse qual è quello del restauro del Contemporaneo”.
La mostra “Burri e i Cretti” offre l’occasione per approfondire questa fase del processo creativo di Burri, attraverso importanti opere, disegni, foto, progetti.

venerdì 17 luglio 2015

Summer Exhibition, l’estate si fa Arte.

In concomitanza con Expo 2015, lo Spazio Made4Art di Milano presenta “Summer Exhibition“,  un progetto speciale a cura diElena Amodeo e Vittorio Schieroni dedicato al tema dell’estate intesa come momento di massima forza ed energia, omaggio alla vita e invito ad assumere un atteggiamento positivo nei confronti dell’esistenza.
Summer Exhibition, in mostra dal 23 luglio al 31 agosto, riunisce alcune significative interpretazioni pittoriche realizzate da artisti che hanno già in passato preso parte a mostre e progetti realizzati dallo Spazio Made4Art e che sono stati chiamati dai Curatori a confrontarsi sullo stesso tema sulla base delle loro specificità tecniche e artistiche.
 
Mariagrazia Algisi, Emilio Belotti, Donata Bonanomi, Martino Brivio, Marina Carboni, Edoardo Cella, Tommaso Panzeri, Paolo Remondini: artisti dalle differenti modalità espressive dialogano per concorrere alla realizzazione di un’esposizione che dall’incontro delle diverse opere vuole farsi ideale rappresentazione della stagione della vita e dell’energia. Forme, colori, giochi di luci e di ombre, materia, soggetti, sentimenti ed emozioni: un viaggio nell’arte che ci farà compagnia per un’intera estate, fino alla nuova stagione espositiva di Made4Art.
Summer Exhibition, con data di inaugurazione giovedì 23 luglio, rimarrà aperta al pubblico fino al 31 di agosto; durante il mese di luglio la mostra sarà visitabile con gli orari di apertura dello Spazio, ad agosto su appuntamento. Lo special art project è inserito nella piattaforma progettuale Made4Expo, che riunisce tutti gli eventi organizzati da Made4Art e da realtà milanesi partner nel semestre dell’Esposizione Universale, un circuito di mostre e manifestazioni dedicati all’arte e alla cultura a Milano; Made4Expo è un evento Expo in Città.
Summer Exhibition 
Mariagrazia Algisi, Emilio Belotti, Donata Bonanomi, Martino Brivio, Marina Carboni, Edoardo Cella, Tommaso Panzeri, Paolo Remondini
a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo
 
23 luglio-31 agosto 2015 
Inaugurazione giovedì 23 luglio, ore 18.30 
Orari di apertura a luglio: lunedì ore 16-19, martedì-venerdì 10-13 e 16-19 
Ad agosto apertura esclusivamente su appuntamento
 
M4A – MADE4ART | Spazio, comunicazione e servizi per l’arte e la cultura 
Via Voghera 14 – ingresso da Via Cerano, 20144 Milano 
 
Un progetto M4E – MADE4EXPO 

mercoledì 15 luglio 2015

La passione del colore. Mario Puccini da Fattori al Novecento (1869 – 1920)

Promossa e organizzata dalla Fondazione Terre Medicee, Comune di Seravezza con la collaborazione con l’Istituto Matteucci di Viareggio, fino al 2 novembre Palazzo Mediceo ospita la mostra “La passione del colore. Mario Puccini da Fattori al Novecento (1869 – 1920)” curata da Nadia Marchioni ed Elisabetta Palminteri.

A quasi cinquant’anni dall’ultima mostra dedicata all’artista livornese Mario Puccini (Livorno 1869 – Firenze 1920), definito a suo tempo il “Van Gogh italiano”, finalmente si offre l’occasione di riscoprire questo pittore attraverso un progetto espositivo inedito che consente di ammirare le sue maggiori opere nel contesto del panorama figurativo della Toscana fra la fine dell’Ottocento ed i primi due decenni del Novecento, precocemente aggiornato sulle novità europee. I dipinti di Puccini saranno quindi affiancati da opere di pittori come Giovanni Bartolena, Giovanni Fattori, Oscar Ghiglia, Silvestro Lega, Ulvi Liegi, Llewelyn Lloyd, Guglielmo Micheli, Alfredo Müller, Plinio Nomellini che, in modi diversi, contribuirono alla formazione ed all’affermazione della sua pittura nel panorama artistico contemporaneo.

La comune matrice fattoriana dalla quale si sviluppa, in differenti direzioni, l’opera degli artisti citati, è particolarmente riconoscibile nell’opera di Puccini (che, negli anni della piena maturità, continuerà a considerare Fattori come il proprio “maestro”) e sarà evidenziata in mostra attraverso puntuali confronti. Da qui Puccini partirà, dai primi anni del Novecento, per una ricerca verso un impiego del colore che sfocerà in una interpretazione del tutto personale, consentanea agli sviluppi di alcune tendenze pittoriche europee di quegli anni. L’inedita accensione cromatica e la vigorosa pennellata dei suoi dipinti hanno contribuito, assieme alla malattia mentale, per la quale l’artista fu recluso in manicomio per oltre quattro anni, a suggerire, già nei contemporanei, il legame fra la pittura di Puccini e quella di Van Gogh, la cui opera poté ammirare, assieme a quella di Cézanne, nella celebre collezione fiorentina di Gustavo Sforni, con il quale entrò in contatto nel 1911. Fu proprio da questo momento che la sua carriera artistica fiorì grazie allo stesso Sforni (che possedeva sessanta dipinti di Puccini), a Mario Galli ed altri collezionisti che presero ad acquistare e commissionare dipinti.(..)
– da Equilibriarte.org

Notte Fluo a Riva del Sole di Giovinazzo

Notte Fluo a Riva del Sole di Giovinazzo

Venerdì 17 Luglio 2015 a
Riva del Sole di Giovinazzo
magica
NOTTE FLUO
BUFFET CON STUZZICO, PRIMO PIATTO E TORTAMUSICA, ANIMAZIONE, BALLI E DIVERTENTISMO
A SOLI € 10,00 A PERSONA
Start ore 20,30

Riva del Sole Hotel e Residence – Strada statale 16 km787+225 70054 Giovinazzo (Ba) –  Italy tel. 080/3943166 –  info@rivadelsolegiovinazzo.it

 3480743990  (Gianni Ceglie, Capo Ricevimento)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...