Fluid(a)zione

Presso la Galleria Zetaeffe (in Via Maggio 47/r – Firenze), è in esposizione la mostra Fluid(a)zione con i lavori di Carlo Cantini e Roberto Pupi. La mostra sarà visibile fino al 27 febbraio 2019, secondo gli orari di apertura della Galleria.

foto27

Carlo Cantini e Roberto Pupi da molto tempo lavorano nell’ambito della sperimentazione fotografica e sono presenti, da diversi anni, nel panorama delle gallerie d’arte contemporanea fiorentine e italiane. In questa occasione presentano una mostra che è il risultato di una collaborazione che ha inizio da un corpus di opere realizzate alla fine degli anni ’80, da Carlo Cantini, per approdare alla sperimentazione spaziale e tridimensionale propria di Roberto Pupi.

I lavori di Carlo Cantini, ispirati al romanzo Cassandra di Christa Wolf, e facenti parte della raccolta di ritratti denominata La Terza nave, sono trasformati da Roberto Pupi in elementi tridimensionali, vere e proprie “fotosculture”, alla ricerca di una nuova lettura dell’opera fotografica di Cantini. La “riscrittura” dell’opera si protende verso nuove interazioni con lo spazio, in una ricerca costante di un dialogo con l’ambiente e le persone. Nel suo estroflettersi verso l’esterno l’opera si offre a nuove interpretazioni e possibilità spaziali. Lo spazio della galleria si offre come un nuovo luogo di interazione e di rinascita dell’opera.

In questo insolito lavoro “a quattro mani” anche la critica si è voluta porre nella condizione di cercare uno spazio inconsueto nel quale esprimersi, e che va ben oltre la scrittura. Pietro Gaglianò e Francesco Galluzzi, critici attivi nell’ambito della cultura contemporanea Toscana e Italiana, insieme a Gianni Pozzi, curatore e critico d’arte contemporanea, e a Raffaela Ganci, studiosa e curatrice di eventi di street-art, hanno voluto partecipare all’ulteriore messa in gioco dell’immagine e della parola attraverso il video e il montaggio dei loro interventi critici in uno spazio virtuale.

La videoinstallazione, presente in galleria durante la mostra, opera della film-maker Cristina Degl’Innocenti, altro non è che il breve documento video che racconta l’incontro tra i due artisti, Cantini e Pupi, in uno spazio che si dilata fino a contenere le varie presenze fatte di persone, di opere, di rumori e spazi in un dialogo di voci, suoni e colori. La materia fotografica si protende verso lo spettatore per divenire pittorica, fluida, liquida. In una continua trasformazione operata attraverso la parola di chi la racconta e la descrive e della ripresa video che la stravolge fino a ridurla a sola luce, quella stessa sostanza di cui, all’origine, è fatta la fotografia. Musiche originali sottolineano le immagini video del musicista belga Jan de Clercq.

Catalogo dell’evento bilingue, italiano-inglese, con interventi critici di Pietro Gaglianò e Francesco Galluzzi e altri contributi critici.

Per info:
Galleria Zetaeffe via Maggio 47/r Firenze
tel. +39 055 264345

http://www.galleriazetaeffe.com
info@galleriazetaeffe.com

h: lunedì – sabato 10.00/ 13.00 – 15.30/19.30

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...